Stai vedendo gli articoli PROLOCO LARIO ORIENTALE del mese di marzo, 2012.

FOCUS ON

Prossimi Eventi

  • Nessun Evento in Calendario
AEC v1.0.4

Categorie

Archivio mese marzo, 2012

COLICO – MOSTRA “ICONE” DI ARMIDO CONSONNI

venerdì, marzo 30, 2012 @ 07:03 PM
aggiunto da Colico

Mostra “ICONE” in Sala Consiliare Colico
dal 1 al 15 Aprile 2012

Programma

Inaugurazione:  Sabato 31 Marzo 2012 ore 17:00
Orari di apertura: mattino 10:00 – 12:00 /
pomeriggio 14:00 – 18:00

Mandello del Lario – Gita a Cremona e Soncino

mercoledì, marzo 28, 2012 @ 11:03 PM
aggiunto da Mandello

LA PROLOCO DI MANDELLO ORGANIZZA

GITA A Cremona  e  Soncino
domenica  6 Maggio 2012

 PROGRAMMA

Partenza da Mandello alle ore 7.00 dal piazzale Guzzi per Cremona città adagiata  sulle rive del Po nel cuore della pianura Padana. Fondata dai romani ricostruita dai Longobardi ebbe il suo maggior sviluppo nel Medioevo. Nel 1098 fu libero Comune diventando, in seguito, una delle più ricche e potenti città dell’Italia settentrionale. Di questo periodo le numerose ville e palazzi patrizi, dei quali ancora oggi la città è ricca, il magnifico Duomo e il Battistero, che sovrastano una delle piazze più belle d’Italia.
Incontro con la guida per la visita della città.
Pranzo in una Trattoria tipica.
Dopo pranzo partenza per Soncino e visita guidata del borgo medioevale e della Rocca.
Rientro in serata a Mandello.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE
€ 52.00 (PER I SOCI)
€ 55.00 (PER I NON SOCI)

Le iscrizioni con l’intera quota  dovranno pervenire entro e non oltre il 20 aprile, si ricevono presso la Pro Loco di Mandello ogni martedì dalle 21.00 alle 22.30, venerdì dalle 15.30 alle 18.30.

Presso il cinema teatro comunale in occasione del cineforum e presso il negozio di abbigliamento SPRITY via C. Battisti fino ad esaurimento posti.

Lo sconto per i soci è riservato al solo titolare della tessera.
Potranno essere necessarie varianti al programma per esigenze tecniche e logistiche.
La gita si farà al raggiungimento di almeno 40 persone.

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE COMPRENDE: Viaggio d’andata e ritorno con autobus privato, la guida turistica  a Cremona, ingresso al battistero, pranzo in Trattoria compreso 1/2 l. di acqua e un 1/4 di vino a testa, caffè guida e ingresso alla Rocca a Soncino

Colico: Riapertura Ufficio Turistico

mercoledì, marzo 28, 2012 @ 10:03 PM
aggiunto da Colico

Il nuovo Direttivo della Pro Loco Colico comunica che l’ufficio turistico aprirà il 31 marzo per proseguire fino al16 settembre.

Questi gli orari al pubblico:
 – dal lunedi al sabato mattina 9.30/12.30 pomeriggio 16.00/19.00
 – alla domenica 10.00 13.30.

ufficio turistico Colico

Consci delle bellezze artistiche e paesaggistiche del nostro territorio, i responsabili si sono dichiarati interessati a essere sempre più protagonisti di una realtà turistica in continua evoluzione.
L’intento è organizzare l’ufficio turistico affinché sappia dare l’immagine di Colico più vicina a quella che possiedono coloro che la amano e la vivono nella sua interezza.
Come punto informativo per eccellenza contiamo di fornire un servizio ad alto profilo professionale come valido sostegno a tutti gli operatori turistici e commerciali. Sara’ il biglietto da visita di questa citta’ che si conferma sempre di piu’ a vocazione turistica.

Dervio – Mercatino di Pasqua

domenica, marzo 25, 2012 @ 06:03 PM
aggiunto da Dervio

Mercatino Artigianato antiquariato ed oggettistica

DERVIO – SABATO 31 MARZO dalle 9 alle 18

Centro storico – via Diaz

Attrazioni per bambini

RIVIVENDO LA PASQUA a DERVIO

domenica, marzo 25, 2012 @ 06:03 PM
aggiunto da Dervio

La sera del VENERDI SANTO 6 APRILE si terrà a DERVIO la manifestazione culturale-religiosa

“RIVIVENDO la PASQUA”

 

con la processione di personaggi in costume negli angoli caratteristici del paese.

L’evento è organizzato dalla Proloco Dervio in collaborazione con le Proloco della sponda orientale del Lago

LOCANDINA PROGRAMMA

IL SENTIERO DEL VIANDANTE
Introduzione

venerdì, marzo 23, 2012 @ 10:03 PM
aggiunto da admin

sentiero viandanteLa sponda orientale del Lago di Como, in analogia con quella occidentale percorsa dalla strada Regina, era interessata fin dall’antichità da una serie di sentieri  che servivano ai collegamenti tra Milano e i passi alpini. Nei primi decenni dell’Ottocento, l’apertura dí una nuova strada militare diretta al passo dello Stelvio (realizzata tra 1817 e 1834) provocò il progressivo abbandono del precedente sistema viario, che solo in anni recenti è stata riscoperto e valorizzato dall’Azienda di Promozione Turistica del Lecchese e denominato “Sentiero del Viandante”.
Impercorribile il primo tratto, dove oggi insiste la nuova strada statale 36, il sentiero ha inizio poco prima di Abbadia Lariana, nelle adiacenze della chiesa di S. Martino, e si mantiene a poca distanza dalla riva del lago fino alla chiesa di S. Giorgio nei pressi di Mandello del Lario.
Qui si porta più all’interno, raggiungendo gli antichi nuclei di Maggiana, Rongio e Sonvico; da Génico l’itinerario si divide: si può proseguire verso Lierna, seguendo probabilmente il tracciato di epoca medievale, oppure dirigersi verso l’interno, passando dall’antica chiesetta di S. Pietro di Ortanella. Entrambi i percorsi si riuniscono al castello di Vezio, uno dei fondamentali nuclei fortificati del Lario orientale.
Da Vezio si prosegue verso Gittana e poi verso Bellano dove, superato il torrente Pioverna e il famoso orrido, si incontra il Santuario di Lezzeno.
A nord di Bellano si raggiunge il castello di Dervio, poi Corenno Plinio, si costeggia il laghetto di Piona, fino a raggiungere nei pressi di Piantedo, quasi all’imbocco  della Valtellina, la Madonna di Val Pozzo.

Ciò che trionfa in questo sentiero è il sapiente equilibrio tra l’attività umana e la natura. Molti appassionati di escursionismo la percorrono a tappe, assaporando momenti di evasione, immersi in un ambiente con bellissimi panorami che uniscono il lago al cielo. Lungo l’itinerario si scoprono agglomerati di case rustiche in pietra, i ruderi dei vecchi mulini, i castelli, le innumerevoli cappelle e le chiesette montane, i terrazzi coltivati a vigna e ad olivo. L’antica via di collegamento, che unisce i comuni e le valli del nostro territorio, è segnalata da cartelli indicatori arancioni.

APPROFONDIMENTI

Cenni storici
Il fascino del Sentiero del Viandante
Percorso da Abbadia a Lierna

Lierna, Grande partecipazione alla gara di TIRO AL PIATTELLO

lunedì, marzo 19, 2012 @ 07:03 PM
aggiunto da Lierna

Il brutto tempo ha tenuto lontano soltanto il pubblico dalla gara di tiro al piattello organizzata da OLYMPIC FIAMMA a Lierna, in collaborazione con la locale PRO LOCO, che ne ha curato gli aspetti logistici.

Nonostante la giornata incerta di sabato 17, le nuvole basse e la pioggia, a tratti intensa, di domenica 18, gli appassionati di tiro sono invece affluiti numerosi nei boschi di Lembra, non solo dai dintorni, ma anche dalla Valtellina e dalle provincie di Como, Bergamo e Brescia, alla gara voluta fortemente a Lierna da Armando Panizza, con l’organizzazione dell’Istruttore della FItav Daniele Voltan sul campo di tiro, e di Maurizio Lafranconi alla segreteria  della manifestazione. La partecipazione era riservata a concorrernti esperti, in possesso di porto d’armi.   

Ha dato particolare lustro la partecipazione in gara del  nuovo Campione Italiano FITAV nella specialità “percorso di caccia” Giulio Acquistapace, e la presenza di Francesco Danielllo 3 volte campione del mondo nella specialità “double trap”, in cui ha conquistato anche la medaglia d’argento alle ultime olimpiadi del 2008, e di altri specialisti di livello nazionale come Pasquale Gabbiadini e Emilio Pelamatti, nonchè Giovanni e Giacomo Fiocchi e il Vice presidente nazionale Fidasc Giuseppe Negri.

Quattro le categorie premiate: Junior, con vincitore Maurizio Sesana, Lady, vincitrice la giovanissima Alessia Panizza, Amatori (Cacciatori) vinta da Luca Pederzoli davanti al liernese Armando Panizza e Tiratori (tesserati CONI) vinta da Ivan Scenini davanti al liernese Stefano Denti. Vincitore assoluto dello spareggio tra i migliori 3 delle categorie Amatori e Tiratori è stato alla fine ancora Ivan Scenini che si è aggiudicato il premio più ambito, messo in palio da Marino Rota: una settimana di caccia presso il Lapland Lodge nella Lapponia Svedese.  

Puoi vedere altre foto sul sito www.lierna.net sezione Foto Eventi

La Castagna: un alimento importante per le generazioni passate

sabato, marzo 17, 2012 @ 01:03 PM
aggiunto da admin

Le castagne sono il tipico prodotto autunnale: cadono spontaneamente dall’albero da settembre a dicembre.
I prodotti derivati, come la farina di castagne e le castagne secche, possono essere conservati a lungo e si trovano tutto l’anno.
Per centinaia di anni le castagne hanno rappresentato la principale fonte alimentare delle popolazioni del Lario  durante l’autunno e l’inverno, tanto da meritarsi l’appellativo di “pane dei poveri”.
E’ infatti l’elemento base non solo per moltissime ricette tipiche del luogo, ma è stato utilizzato in passato anche come ingrediente di medicamenti e derivati.

Vista l’importanza di questo alimento, presentiamo una ricerca approfondita basata su un lavoro di Marina De Blasiis ed originariamente pubblicata sul sito della Proloco di Lierna.

Il Castagno
Proprietà e Uso delle Castagne
La Coltivazione e la Raccolta delle Castagne
Lavorazione delle Castagne
La Castagna come “Pane dei Poveri”
Leggende sulle Castagne
Ricette con le Castagne

SEI in Brianza: visite guidate sui sentieri della Brianza

martedì, marzo 13, 2012 @ 06:03 PM
aggiunto da admin

Le Proloco della Brianza organizzano una serie di passeggiate su percorsi che interessano un ampio territorio brianzolo, da percorrere a piedi in occasione di sei visite guidate, per gustare al meglio le bellezze naturali e artistiche e per conoscere la storia dei luoghi visitati.

Il primo percorso, programmato per il prossimo 25 marzo, vedrà coinvolte le pro loco di Merate, Imbersago e Brivio. La partenza è prevista da Sartirana, con la presenza di guide che accompagneranno i turisti per illustrare i luoghi di maggior interesse a Brivio e Imbersago.

Scarica il programma….

Lierna – La regina del castello

venerdì, marzo 9, 2012 @ 10:03 AM
aggiunto da Lierna

La Pro Loco di Lierna è lieta di pubblicare una propria produzione video ispirata ad un episodio della vita di Adelaide di Borgogna che la leggenda vuole sia realmente accaduto a Lierna nel 951. La produzione si intitola “La Regina del Castello”

Vedi il Trailer                     Vedi il Video

Adelaide di Borgogna
Adelaide di BorgognaVisse alla fine dell’Alto Medioevo tra il 931 e il 999. Nel 947, ancora fanciulla, sposò Lotario II, re d’Italia. Nel 950 Lotario morì, avvelenato da Berengario II, marchese d’Ivrea, che voleva che la giovane vedova andasse in sposa al proprio figlio, Adalberto, per poter aspirare alla corona del Regno d’Italia.
Per sfuggire alla persecuzione di Berengario, Adelaide si rifugiò a Pavia ma Berengario assediò la città e fece prigioniera Adelaide da aprile ad agosto del 951.
La rinchiuse dapprima nel castello di Como insieme ad un’ancella e ad un cappellano e per farne sparire le tracce, continuò a spostarla segretamente da un luogo all’altro.
La leggenda vuole che sia stata imprigionata anche nel Castello di Lierna ma di questo fatto non abbiamo documenti storici.
Riuscì a fuggire, liberata da un ecclesiastico, Martino da Bellagio, e si rifugiò nella fortezza di Canossa.
Berengario assediò Canossa e Adelaide chiese soccorso a Ottone il Grande, potente imperatore della Germania, offrendogli la propria mano e cedendogli i propri diritti alla corona d’Italia.
Ottone calò in Italia, sconfisse Berengario e la vicenda si concluse in Germania con le nozze di Adelaide e Ottone I di Sassonia nel 952. Qualche anno dopo, la regina tornò in Italia col marito che nel 962 a Roma assunse la corona del Sacro Romano Impero.
Rimasta vedova nel 973, fu reggente del Sacro Romano Impero durante la minore età del figlio Ottone II e poi anche del nipote Ottone III. Quando Ottone III divenne maggiorenne, Adelaide si dedicò ad opere caritative e promosse la fondazione di monasteri.
Morì nel 999 e venne proclamata Santa nel 1097.

Adelaide era una donna colta ed esercitò una grande influenza sulla politica imperiale, dimostrò anche grande amore verso i più poveri e gli emarginati. Di grande valore la sua coraggiosa battaglia femminile contro la prepotenza di un potere maschile ingiusto: Adelaide è una giovane regina vedova che trova la forza di ribellarsi alle imposizioni e lotta per affermare i suoi diritti.

Testo a cura di Marina De Blasiis.
Montaggio Audio e Video di Gino Carlo Lanzara.
Prolocolierna Multimedia Production June 2011 – tutti i diritti riservati.

storia e geografia

notizie storiche e geografiche del territorio

monumenti e luoghi

alla scoperta del territorio

sport e turismo

soggiornare nel territorio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi